Enti del terzo settore

Gli Enti del Terzo Settore sono il motore principale e costantemente in prima linea nella costruzione di comunità in cui sia desiderabile vivere, anche attraverso la promozione del dono.

In un contesto in continuo cambiamento, non è più sufficiente fare quello che riescono, con quello che hanno bensì devono investire energie e risorse per trovare quello che serve per fare quello che la loro mission gli “impone” di fare.

Ed è proprio per permettere di raggiungere questi obiettivi sempre più importanti e preziosi per le comunità, che abbiamo sviluppato nei 20 anni di attività diversi servizi per accompagnare sia gli enti che si stanno affacciando solo ora al fundraising, al peopleraising, al marketing e alla comunicazione sociale, sia gli enti che hanno la necessità di ripensarsi, rivedere il proprio modelle e crescere.

Start-up del fundraising

Un percorso che parte dalla scoperta delle potenzialità del dono per giungere alla consulenza strategico-operativa per la costituzione di una funzione stabile di fundraising.

Il percorso di start-up del fundraising prevede:

  • un check-up iniziale per verificare lo stato dell’arte, le attività di fundraising realizzate, i risultati ottenuti, il livello di consapevolezza dell’organizzazione rispetto al tema del dono e del fundraising;
  • la formazione delle persone che si occuperanno dello sviluppo dell’attività, di coloro che ne avranno la responsabilità come fundraiser e di coloro che a titolo di volontari collaboreranno con la ricerca delle risorse; all’occorrenza accompagneremo anche l’ente nella ricerca di personale qualificato mettendo a disposizione le reti relazionali di cui siamo in possesso;
  • la mappatura del patrimonio relazionale di cui l’organizzazione è dotata al fine di valutare le potenzialità immediate di raccolta fondi;
  • l’accompagnamento alla redazione del piano strategico di fundraising e alla sperimentazione delle prime campagne di fundraising;
  • l’analisi dei risultati e riprogettazione.

Poniamo particolare attenzione al flusso delle attività e dei singoli processi, in quanto l’attività di fundraising influisce su tutti i comparti di lavoro di un ente: dalla comunicazione all’amministrazione, dal marketing alla cura delle relazioni con il territorio.

Fundraising per reti complesse

Accompagnamento strategico operativo alla costituzione della funzione del fundraising per gruppi di organizzazioni e/o enti di secondo livello.

Molti dei problemi che riguardano le comunità locali o nazionali non possono trovare soluzione in un unico interlocutore, si pensi ad esempio al welfare comunitario o generativo, ma anche alla cultura, all’istruzione e all’ambiente. Diventa necessario mettere assieme diverse organizzazioni pubbliche e private per conseguire risultati efficaci ed efficienti.

Il servizio risponde a queste situazioni dal punto di vista del fundraising e della comunicazione e si propone di:

  • dar vita a visioni comuni e progetti condivisi sui quali attivare iniziative di sollecitazione del dono per reperire risorse umane, economiche e finanziarie in cui il fundraising possa rappresentare anche un fattore aggregante e un motore di attivazione;
  • realizzare partenariati tra organizzazioni differenti tra loro;
    costruire e mantenere reti in grado di fare fundraising insieme per obiettivi comuni;
  • valorizzare il patrimonio relazionale e reputazionale dei componenti;
  • dotare le organizzazioni di competenze e strumenti per cercare, trovare e fidelizzare donatori e sostenitori nel lungo e medio periodo.

In particolare, a livello territoriale, dove la rete di relazioni tra persone e organizzazioni (profit, non profit e pubbliche amministrazioni) è fitta e caratterizzata da tradizioni, prassi, metodi e sistemi, attivare risorse comunitarie non è solo un problema tecnico, ma relazionale e organizzativo, se ci si pone l’obiettivo di costruire sistemi complessi che siano coordinati, coerenti ed efficaci.

Peopleraising

Consulenza strategico-operativa per organizzare e valorizzare i volontari che già sono coinvolti e per individuare e attivare nuovi donatori di tempo.

Sono le persone che vivono le nostre organizzazioni a mettere gambe e braccia alle idee e alle intenzioni. In particolare, il volontariato diventa tratto caratteristico del come perseguiamo la nostra mission ed efficace catalizzatore di donazioni se adeguatamente coinvolto ed organizzato.

I volontari sono persone che credono e ripongono fiducia nell’organizzazione, sono testimonial, donano se stessi sotto forma di tempo e competenze.

Obiettivi dell’accompagnamento sono:

  • migliorare l’attuale organizzazione dei volontari;
  • migliorare il ciclo di vita dei volontari (cercarne dei nuovi e fidelizzare i presenti);
  • creare una community di volontari che all’interno dell’organizzazione abbia un posto, i suoi riferimenti e spazi;
  • migliorare senso di appartenenza, motivazione, responsabilità, gestione dei conflitti e del lavoro in gruppo.

Il percorso parte dall’analisi dell’organizzazione e mira a migliorare la relazione e l’approccio con i volontari, il loro ciclo di vita, la loro fidelizzazione e motivazione, con l’obiettivo di trovarne dei nuovi e di migliorare l’organizzazione e la fidelizzazione di quelli che ci sono già.

Il “tuo” modello di business

Un servizio per enti non profit che cercano sostenibilità utilizzando più mercati di reperimento di risorse in un mix coerente tra business e mission.

I contesti nei quali le organizzazioni non profit si trovano a operare si fanno sempre più complessi e con questi anche i modelli di business che queste devono essere in grado di elaborare e implementare.

La progressiva ibridazione del settore pone nuove questioni sia in termini di sostenibilità, ma anche di capacità di sviluppo delle imprese. Diviene allora necessario raggiungere il giusto mix tra attività commerciale e fundraising, mediante il quale i due segmenti di attività si alimentano uno con l’altro, aumentando l’offerta di valore prodotta.

Il servizio si occupa di:

  • rispondere ai bisogni di sostenibilità e di sviluppo delle organizzazioni;
  • migliorare la capacità degli enti non profit di stare sui mercati, realizzando un giusto funding mix;
  • dotare le organizzazioni di strategie di Marketing dei servizi e design di prodotto;
  • definire il posizionamento o il radicamento dell’ente nel territorio;
  • contribuire al miglioramento del riconoscimento dell’identità aziendale sia all’interno che all’esterno.

Il risultato è un modello di business in cui l’organizzazione si riconosce e rispetto al quale può riprendere o continuare il proprio sviluppo coniugando attività for profit e attività profit senza snaturarsi, ma anzi rinforzando mission e partecipazione.

Formazione

Attività di docenza su misura, in house o in partnership con enti di formazione, sui temi del fundraising, del peopleraising, del marketing e della comunicazione.

“Gli uomini imparano finché vivono, le imprese vivono finché imparano!” Mossi da questa convinzione, la formazione e il continuo aggiornamento rappresentano un valore fondamentale per il team stesso e per i servizi che realizziamo.

Oltre ad essere parte del processo di consulenza, siamo impegnati e offriamo:

  • una costante attività di docenza sia per enti di formazione che per enti ed organizzazioni che svolgono attività di raccolta fondi;
  • percorsi formativi su misura, di diversi livelli e diversa durata, sulle tematiche di nostra competenza;
  • corsi organizzati on demand, in base alle esigenze specifiche delle singole realtà.

Coaching per il fundaising

Un percorso che prepara gli enti e gli uffici di fundraising ad accogliere i cambiamenti e li supporta nel realizzarli secondo i propri desideri e potenzialità

Spesso i fallimenti dell’attività di fundraising non sono dovuti a motivi “tecnici” ma relazionali/strutturali. Il fundraising, soprattutto nella fase di sviluppo iniziale modifica i sistemi relazionali all’interno delle organizzazioni e presenta alle persone che le vivono, punti di vista e di osservazioni diversi.

Questi cambiamenti personali e di organizzazione sono necessari perché l’attività di sollecitazione del dono possa affermarsi e svilupparsi, anche se spesso sono semplicemente relegati nelle sfere personali lasciando quindi le persone a “lottare” da sole contro le naturali resistenze che si manifestano.

Il servizio ha lo scopo di:

  • comprendere se l’organizzazione è pronta per fare fundraising;
  • sapere se il board e le altre componenti sono preparate rispetto al cambiamento che interverrà;
  • determinare se l’organizzazione è pronta a sostenere i fundraiser nella loro opera quotidiana e se il fundraising è la via giusta.

Attraverso le sessioni di coaching, dirigenti, singoli referenti, gruppi di lavoro o equipe, superano le “crisi di autogoverno” (difficoltà o blocchi nel passaggio dal presente percepito al futuro desiderato), accompagnando i cambiamenti attraverso percorsi di acquisizione di consapevolezza rispetto agli obiettivi, agli ostacoli e alle potenzialità.